CERN Accelerating science

I Vostri Successi - I Vincitori 2019

 

A sinistra: Le professoresse Cristina Chiusa e Lucia Battistella, vincitrici insieme alle altre colleghe dell'edizione 2019 del concorso "ITP - I Vostri Successi"
A destra: il professor Antonio Fontana, la professoressa Maria Moretti e il professore Giovanni Giuliana, a cui è andata la menzione speciale intitolata alla memoria della Professoressa Enrica Plano.

 

Il primo premio dell'edizione 2019 del concorso "ITP - I Vostri Successi" va a:

 

Professoresse Lucia Battistella, Cristina Chiusa e colleghe del Liceo Giulio Casiraghi di Cinisello Balsamo (MI) per aver ideato un innovativo programma di sperimentazione e aver realizzato un laboratorio dedicato alla fisica moderna che ospita anche una mostra permanente delle attività del CERN. 

 

Il premio "ITP - I Vostri Successi, menzione speciale Enrica Plano" 2019 per il progetto didattico con più valore sociale va a:

 

Professori  Antonio Fontana del Liceo G. Mercalli (Napoli), Maria Moretti del Liceo Cuoco-Campanella (Napoli) e Giovanni Giuliana del Liceo Tito Lucrezio Caro (Napoli). 

 


 

Sintesi del progetto vincitore dell'edizione 2019 - Progetto "ConCERN"

Il progetto “ConCERN” è dedicato alla sperimentazione nell’ambito della fisica contemporanea. Nel quadro di ConCERN, nella scuola è stato attivato un laboratorio di fisica che ospita una mostra permanente delle attività del CERN e permette ai ragazzi di fare veri e propri esperimenti di Fisica delle particelle anche in collaborazione con enti scientifici presenti sul territorio nazionale. La Giuria è stata particolarmente colpita dalla complessità e dalla completezza delle numerose attività svolte nel quadro del progetto ConCERN che risulta estremamente inclusivo, altamente pedagogico e scientificamente molto ambizioso.

Sintesi del progetto vincitore della menzione speciale intitolata alla professoressa Enrica Plano, 2019 - Progetto "Oltre le barriere"

Il progetto ha due obiettivi: diffondere la cultura scientifica in un contesto disagiato e contribuire ad arricchire l’offerta formativa all’interno del carcere minorile di Nisida. Il percorso didattico, rivolto a ragazzi dai 17 ai 22 anni, ha riguardato la struttura atomica e la sua modellizzazione realizzata utilizzando materiale povero. Il prodotto finale è stato la realizzazione di modelli protonico e neutronico, come immaginati dai partecipanti, mediante oggetti di ceramica prodotti nel laboratorio artigianale di ceramica interno al carcere. La Giuria ha voluto premiare il coraggio e la motivazione che hanno spinto i docenti ad immaginare e attuare il difficile progetto di portare l’insegnamento della fisica nucleare in un carcere minorile.